Principale

Assemblea diffusa – custodi del fuoco

Cara presidente e caro presidente,
abbiamo da poco finito l’assemblea diocesana. Avevamo sperato molto di poterci vedere, di poter vivere come sempre le nostre assemblee, come hai visto, però, ci siamo “consegnati a questo tempo”, affidandoci ancora una volta ai mezzi tecnologici, che non potranno mai sostituire l’incontro “in presenza” ma ci aiutano sicuramente a rimanere legati.

Il tema del “legame” ci sta accompagnando tanto in questo periodo. Ci stiamo vedendo spesso come presidenza diocesana, forse addirittura di più rispetto al passato per cercare di stare al passo, di trovare sentieri nuovi, di non lasciarci andare e di non far crollare il cielo, come ci diceva Lidia “stiamo cercando di trovare un piano diverso”.

In questi giorni abbiamo letto che “…se fuori avviene il peggio, noi dovremmo dare il meglio…” e questo stiamo cercando di fare.

Ecco allora la scelta dell’assemblea veloce, corta, senza troppe parole. Volevamo solo accendere un fuoco e consegnarlo attraverso le tue mani e il tuo cuore alla tua associazione parrocchiale.

Ecco allora la proposta per “custodire il fuoco”:

Scrivi un commento...