Principale

In ricordo di Anthony

29 Gennaio 2021

Caro Anthony,

sappiamo, da credenti, che solo la preghiera può tenerci in contatto. Sono le parole del Vangelo e la vita stessa di Gesù che ci indicano come stare vicino alla morte degli amici. E noi in questo anno così abbiamo provato a fare: a stare da credenti davanti alla morte, anzi davanti alla tua morte.

Lo sappiamo bene che ci sono cose della vita che non si spiegano e davanti alle quali non si trovano mai le parole giuste e spesso davanti a tutto questo scegliamo il silenzio perché non sappiamo che dire, come se la vergogna si impadronisse di noi.

È passato un anno Anthony e noi in questo anno abbiamo imparato, abbiamo cercato di imparare a trovare le parole per metterci davanti a tutto quello che è successo, anzi, per dirla meglio, per metterci davanti alla tua morte.

Perché poi le parole hanno bisogno di essere dette, anche se fanno male.

Non ci siamo fatti travolgere dagli eventi che poi sono successi dopo la tua morte, non abbiamo chiuso il cuore a quello che era successo, ma ti abbiamo sempre messo dentro le nostre preghiere e dentro i nostri pensieri. Ci siamo sempre chiesti come la tua vita potesse continuare a generare bellezza nel cuore di chi ti ha conosciuto, come tenere il tuo ricordo e il tuo sorriso e la tua disponibilità sempre davanti al cuore. Perché, ne siamo certi, nessuno che è passato per il nostro cuore, muore per sempre. Questo lo sanno bene i tuoi genitori e noi, davvero con molta delicatezza, pensiamo la stessa cosa.

Davanti alla morte degli amici Gesù ha avuto i suoi più grandi slanci di umanità, ha pianto, si è avvicinato, ha rivolto occhi e parole a Dio chiedendo la forza ma poi ha cercato di trasformare il dolore in vita, a renderlo terreno buono su cui far crescere qualcosa di nuovo per gli altri che lo ascoltavano. Gesù non fa le magie ma piange, non dice non preoccupatevi ma passa Lui stesso dentro la morte.

Ecco allora caro Anthony, concedici ancora il pianto e anche le parole un po’ tremanti perché con tutto il nostro impegno noi ancora davanti alla morte non ci sappiamo stare, ma vogliamo che il tuo ricordo, la tua passione possa generare frutti nuovi nella vita di qualcuno.

Baciamo anche noi i tuoi genitori, ci stringiamo a loro come facevi tu.

La tua Azione cattolica.

Scrivi un commento...